L’ustione al palato è una condizione che può verificarsi in seguito al contatto della parte interna della cavità orale con una fonte di calore esterna.

Differenza tra palato duro e molle

Spesso si parla, genericamente, di ustione al palato. In realtà, all’interno della nostra bocca, la volta palatale è suddivisa in due parti distinte. Il palato, che divide le cavità nasali dalla cavità orale, è formato dall’unione tra palato duro e palato molle. La parte anteriore, che presenta una componente ossea, è quella del palato duro. Quella del palato molle (detto anche velo) è carnosa. La palatoschisi è una malformazione congenita che colpisce il palato molle e/o il palato duro: in tal caso, su quest’ultimo, è presente una fessurazione di grandezza variabile. Solitamente si procede a un intervento di ricostruzione chirurgica.

Cosa fare in caso di palato bruciato

L’ustione al palato o in altre parti interne della bocca avviene con una certa frequenza. Basta assaggiare un cibo o un liquido particolarmente caldi per produrre una lesione in questa zona sensibile. Come puoi intervenire in caso di palato bruciato? Bevi acqua molto fredda e tienila in bocca qualche secondo prima di ingoiarla: il freddo riduce i fastidi e allevia l’infiammazione dovuta alla bruciatura. Prova anche con alcuni alimenti freddi come ghiaccioli, gelati alla frutta o dello yogurt per avere sollievo in poco tempo. Se non migliori in breve tempo, contatta un esperto.

Scottatura del palato: cosa evitare

Un’ustione al palato può provocare arrossamenti, gonfiori, lesioni o bolle all’interno della bocca. Più è profonda la bruciatura, più potresti sentire dolori e bruciori. Se si verifica una scottatura del palato, è molto importante che tu faccia attenzione all’alimentazione finché non sarai guarito. Per qualche giorno evita cibi eccessivamente caldi, alimenti croccanti come patatine fritte, arachidi e frutta secca, che irritano la ferita. Non consumare troppi condimenti o spezie. Attenzione anche con il consumo di agrumi. Chiedi consiglio al tuo dentista di fiducia: potrebbe prescriverti un collutorio con anestetico per sciacqui quotidiani.