Il tumore alla mandibola è uno dei tumori che può colpire la bocca, ma non sempre è il caso di preoccuparsi in quanto può essere sia benigno, che maligno. Tra quelli maligni, troviamo i sarcomi e i tumori naso etmoido-mascellari. Per eseguire una diagnosi e capire a quale delle due tipologie di sindrome cancerosa appartiene la lesione alle ossa mandibolari o mascellari, ovvero se benigna o maligna, si ricorre all’analisi radiologica della stessa e successivamente alla biopsia.

Tumore alla mandibola: i sintomi

Il tumore alla mandibola ha sintomi riconoscibili come gonfiore persistente per lunghi periodi o tumefazione, ma possono anche essere asintomatici fino a quando il quadro clinico non è molto compromesso. Il tumore alla mandibola deve essere affrontato come le altre patologie cancerose, consapevoli della difficoltà della battaglia ma anche delle possibilità che questa possa essere vinta effettuando le terapie consigliate. Il primo passo è, comunque, una visita presso il proprio odontoiatra di fiducia.

Tumore alla mandibola: statistiche di sopravvivenza

Il tumore alla mandibola e la sopravvivenza, un tema molto delicato. Di solito si opera intervenendo chirurgicamente con l’asportazione della zona colpita, completando la terapia con successive sedute di radioterapia o, più di frequente, con chemioterapia da eseguirsi precedentemente l’intervento chirurgico. Questa strategia, oltre a ridurre l’invasività dell’operazione, aumenta le statistiche di sopravvivenza per le persone colpite da tumore alla mandibola. Una rapida diagnosi è comunque sempre fondamentale per garantire una maggiore probabilità di sconfiggere la malattia.

Dolore alla mandibola

Il dolore alla mandibola è un sintomo di cui ci si deve preoccupare perché indicativo di un tumore alla mandibola? Questa è una domanda ricorrente, che i dentisti si sentono spesso sottoporre. In realtà, il tumore alla mandibola è di rado collegato a una sintomatologia dolorosa. Si può avere un’alterata sensibilità ai nervi interessati e possono avere come diretta conseguenza uno spostamento delle radici dei denti. Sono più che altro questi i sintomi che devono allarmare.