Il tumore alla lingua è uno dei tumori che possono colpire la bocca, insieme alle neoplasie che coinvolgono labbra, palato, gengive, mascella e mandibola. Questo tumore può colpire la parte posteriore o la parte anteriore, ovvero quella mobile. Solitamente attacca la parte posteriore e colpisce soprattutto i maschi. Le cause possono essere molteplici, ma alcol e fumo sono sicuramente tra le più frequenti. È bene non trascurare i sintomi e recarsi da uno specialista ogni qualvolta compaiano.

Tumore alla lingua: i sintomi

Ecco dunque un punto importante, che è bene approfondire, ovvero tumore alla lingua: quali i sintomi? Il primo, per frequenza, comparsa e importanza, è il cambio di colore della lingua, rappresentato da una macchia rossa o da una macchia bianca. Questa neoplasia può manifestarsi anche con una lesione che non guarisce e che provoca una fuoriuscita di sangue. Il tumore alla lingua spesso provoca fastidio durante la deglutizione o la masticazione.

Le cause del tumore alla lingua

Le cause del tumore alla lingua possono essere collegati a fattori di rischio. Tra questi, i più importanti sono il fumo da sigaretta, il consumo di alcol, la scarsa igiene orale, la masticazione del tabacco, ma anche l’errato posizionamento di una protesi dentaria. Per prevenire un tumore alla lingua, è bene recarsi per una visita odontoiatrica almeno una volta all’anno, specialmente dopo i sessant’anni e nel caso si sia stati esposti a fattori di rischio.

Come trattare un tumore alla lingua

Come trattare un tumore alla lingua? Dopo la diagnosi, si procederà, come con tutte le neoplasie della bocca, con l’asportazione chirurgica del tumore e dei linfonodi circostanti o con la radioterapia specifica per il cavo orale, nota come brachiterapia. In caso di asportazioni di zone molto ampie per un tumore alla lingua, si procederà alla ricostruzione chirurgica. Nel post operatorio, poi, solitamente vengono utilizzate chemioterapia o radioterapia.