Capire quale sia il miglior dentifricio e comprendere quale scegliere quando ci troviamo di fronte a uno scaffale con decine di alternative non è così semplice. Partiamo da una domanda apparentemente semplice: a cosa serve il dentifricio? Tutti noi pensiamo di saperlo o forse nemmeno ci interroghiamo su questo quesito, ma in realtà sarebbero in molti a non saper rispondere. Il dentifricio contiene alcune sostanze molto importanti, innanzitutto in grado di combattere la formazione dei batteri, che causano la carie e altre patologie della bocca, inoltre ne contiene altre che proteggono e rinforzano lo smalto dentale.

Dentifricio sbiancante

Il dentifricio sbiancante è utile per l’eliminazione di alcune macchie presenti sui denti, ma è sbagliato credere che possa fare miracoli, ridonando il bianco originale e garantendo risultati simili a quelli permessi dallo sbiancamento professionale. Per scegliere il miglior dentifricio con potere sbiancante, bisogna basarsi ancora una volta sulle sostanze contenute, cercando di documentarsi nelle sedi opportune. In ogni caso, un dentifricio sbiancante potrà ridare lucentezza ai denti, ma non sarà in grado di trasformare dei denti ingialliti in denti bianchi.

Dentifricio denti sensibili

Il dentifricio per denti sensibili è consigliato quando assistiamo a fenomeni di sanguinamento frequenti quando laviamo i denti. A sanguinare solitamente sono le gengive. Potrebbe essere utile scegliere un dentifricio senza fluoro o a basso dosaggio. Il fluoro, infatti, è un valido alleato per i nostri denti, ma in una concentrazione troppo grande può creare problemi. Per indirizzarsi verso il miglior dentifricio è bene preferire quelli con capacità protettiva dello smalto e di eliminazione del tartaro.

Lavare i denti senza dentifricio

In pochi lo sanno: lavare i denti senza dentifricio può assicurare una più completa igiene orale. Il dentifricio, infatti, spesso ci dona quella sensazione piacevole di pulito e freschezza che però potrebbe essere soltanto illusoria. Lavarsi i denti senza dentifricio permette di vedere meglio i depositi di placca e di rimuoverla. Successivamente, poi, si applicherà il miglior dentifricio per completare l’operazione.