Rimuovere un impianto dentale non è impossibile, questo va subito chiarito. Solitamente si ricorre all’implantologia per risolvere un problema estetico o di masticazione dovuto alla perdita di uno o più denti. Dopo l’intervento, possono essere molteplici le cause che portano il paziente a richiedere la rimozione dello stesso. Proviamo ora ad analizzare le più comuni e a capire quali sono le conseguenze e i rischi di una rimozione dell’impianto dentale.

Impianti dentali: i problemi

Gli impianti dentali possono creare problemi che convincono il paziente o il dentista a procedere alla rimozione, come ad esempio la perimplantite, un’infezione causata dai batteri della parodontite che colpisce l’osso e, se non curata, costringe alla rimozione. Chiariamo subito che quello che comunemente si teme, cioè il rigetto dell’impianto, non è possibile. Oggi le protesi sono di titanio, materiale biocompatibile, semmai si possono verificare mancate osteointegrazioni che portano a rimuovere un impianto dentale.

Impianto dentale che si muove: cosa fare

Il problema dell’impianto dentale che si muove può essere dovuto al mal posizionamento al momento dell’installazione, ad esempio perché causa la compressione di un nervo, oppure alla rottura dell’impianto che, nonostante sia molto resistente e garantisca una lunga durata, con il trascorrere del tempo è soggetto a usura. Inoltre, va considerata l’ipotesi della mancata osteointegrazione. In tutti questi casi, si procederà a rimuovere l’impianto dentale.

Rimozione dell’impianto dentale

La rimozione di un impianto dentale è un’operazione che può essere eseguita dal proprio dentista. Nella maggior parte dei casi rimuovere un impianto dentale è abbastanza semplice e lo si potrà fare semplicemente svitandolo. Va ricordato che se l’impianto si muove, questo non potrà mai essere recuperato, ma dovrà sempre essere sostituito. Dopo la rimozione, si dovrà procedere con la ricostruzione dell’osso che ha subito l’intervento. Nonostante il progresso tecnologico abbia reso più semplice la rimozione, va considerato che è un’operazione complessa e da effettuare solo se strettamente necessario.