L’odontoiatra cosa fa? Sembra una domanda banale, in realtà questa professione contiene al suo interno numerose specializzazioni. Le principali sono l’endodonzia, che si occupa dei tessuti interni dei denti, la paradontologia, che si occupa delle patologie del parodonto, la conservativa, che si occupa delle otturazioni, l’odontoiatria protesica, che si occupa delle protesi, e l’ortodonzia, che si occupa del corretto allineamento dei denti. È una disciplina molto ampia e molto complessa, ma fondamentale per la salute della nostra bocca e per l’estetica del nostro sorriso.

 

Odontoiatria: qual è il significato?

L’odontoiatria ha un significato molto ampio, infatti riguarda la prevenzione, la diagnosi e la terapia medica e chirurgica di tutte le patologie che interessano denti, gengive, ossa mascellari e mandibolari, articolazioni e mucose orali. Se ci soffermiamo sull’etimologia, capiamo subito l’odontoiatra cosa fa. Il termine deriva dalle parole greche odonto (dente) e -iatrìa (medicina): si tratta quindi di un medico specializzato nelle patologie della bocca e dei denti.

 

Odontoiatra e dentista: c’è differenza?

È una domanda che ricorre spesso: tra odontoiatra e dentista, c’è differenza? Sono in tanti a credere di sì, sostenendo presunte diversità sia nella tipologia di operazioni eseguibili, sia nella formazione necessaria per diventarlo. In realtà, odontoiatra e dentista sono semplicemente dei sinonimi, due termini che indicano lo stesso professionista. L’odontoiatra cosa fa? Si occupa della cura e della prevenzione delle patologie legate in senso lato alla bocca.

 

Intervento odontoiatrico

Quando si affronta un intervento odontoiatrico è bene seguire qualche piccolo accorgimento. Innanzitutto, è consigliato assumere solo liquidi per le tre ore successive all’intervento, mentre per uno o due giorni è meglio limitarsi a cibi leggeri e teneri, evitando cibi che potrebbero macchiare i denti. Sono da evitare anche il consumo di alcolici e il fumo. Oltre a chiedersi l’odontoiatra cosa fa, è importante sapere anche cosa debba fare il paziente per garantire il successo del trattamento.