La nevralgia dentale è un dolore acuto e intenso causato da una patologia del nervo dentale. Solitamente colpisce le persone dopo i quarant’anni e il dolore si localizza nella zona facciale e può essere avvertito a denti, labbra, fronte, occhi, naso, mandibola, mascella. Nonostante il dolore sia breve, la sua intensità genera molto disagio nelle persone colpite, diventando una patologia debilitante sia dal punto di vista fisico che soprattutto emotivo, proprio per la sua acutezza e imprevedibilità.

Nevralgia dentale: i sintomi

La nevralgia dentale ha sintomi spesso molto evidenti, che colpiscono il lato del viso dove è originato il disturbo. Il dolore è molto acuto e intenso, della durata da pochi secondi ad alcuni minuti. I sintomi della nevralgia dentale compaiono in maniera improvvisa, oppure quando si compiono azioni come sbadigliare, mangiare o lavare i denti. Se non curata, la nevralgia può durare anche alcuni mesi. È consigliata dunque una visita odontoiatrica alla comparsa dei sintomi.

Nevralgia dentale: le cause

La nevralgia dentale ha cause diversificate. Tra le cosiddette cause strutturali, troviamo il danneggiamento della protezione che isola il nervo dentale, con la conseguenza che gli impulsi elettrici che lo attraversano diventano irregolari o eccessivi. Una seconda causa di nevralgia dentale può essere legata all’invecchiamento fisiologico. Non va dimenticato che anche la presenza di un carcinoma può portare alla nevralgia dentale. La prima terapia consigliata è sempre quella farmacologica. Successivamente, si effettueranno esami diagnostici per scoprire la causa della patologia.

Dolore dente devitalizzato

Il dolore a un dente devitalizzato potrebbe essere controintuitivo, in quanto un dente privo di vitalità si crede che non dovrebbe portare a dolore. Per prima cosa, è bene ricordare che appena subito l’intervento di devitalizzazione, non è raro che si senta dolore per due o tre giorni. Ecco perché solitamente si prescrive un antidolorifico. Nella situazione in cui la nevralgia dentale compare parecchio tempo dopo l’operazione, è bene consultare il proprio dentista.