Il labbro leporino è una malformazione congenita che colpisce il labbro superiore e genera su questo una o due fessure di grandezza variabile. Solitamente, a questa malformazione se ne aggiunge un’altra, la palatoschisi. Ad oggi, le cause del labbro leporino non sono conosciute, anche se alcune teorie sono state fatte e si crede che la malformazione sia dovuta a un insieme di fattori genetici e ambientali. Le terapie chirurgiche attuali permettono di trattarla raggiungendo un ottimo risultato, con la chiusura delle fessure presenti.

La labiopalatoschisi

La labiopalatoschisi è una malformazione congenita che colpisce la faccia, congiuntamente al labbro leporino, caratterizzata da una fessura al livello del palato molle o del palato duro, a volte estesa alle cavità nasali. Al di là dei problemi estetici, questa malformazione causa difficoltà nel succhiare il latte materno, nel mangiare, nel parlare e problematiche dentarie. La diagnosi può essere effettuata già durante l’ecografia del feto in utero.

Labbro leporino: le cause

Il labbro leporino ha cause legate alla mancanza della sutura dei tessuti del volto, tra la quarta e la settima settimana dello sviluppo fetale, quando si formano le labbra. Le cause del labbro leporino non sono ancora state scoperte, anche se le teorie più recenti hanno individuato alcuni fattori di rischio. Almeno in parte, l’origine dovrebbe essere una mutazione anomala del DNA poco dopo il concepimento. Vi sono anche fattori che potrebbero essere legati alla madre: il consumo di alcolici, l’essere fumatrice, utilizzo di antiepilettici, farmaci per l’acne, carenza di acido folico.

La labiopalatoschisi bilaterale

La labioschisi bilaterale è una fessura sulle labbra che colpisce entrambe le labbra. È molto meno frequente di quella monolaterale, circa il 20% dei casi di labioschisi, rispetto all’80%. È una malformazione congenita, come il labbro leporino e la palatoschisi, che colpisce una piccola percentuale di bambini. Attualmente è trattabile in modo ottimale e, se si interviene prontamente con un team multidisciplinare e con la chirurgia, si possono ridurre molti problemi legati alla fonetica del linguaggio e all’alimentazione.