Una domanda ricorrente è la correlazione tra l’implantologia dentale e i rischi per i pazienti. L’implantologia fa ancora molta paura, è inutile negarlo. Solitamente, i principali effetti collaterali sono il sanguinamento, il gonfiore post-operatorio e un leggero formicolio nella zona interessata, che a volte dura anche per alcune settimane. Per quanto riguarda i rischi, è bene sottolineare che non esiste la possibilità di rigetto. Piuttosto, il problema può rivelarsi un insuccesso dell’impianto, dovuto alla mancanza integrazione con l’ossatura.

 

Implantologia dentale

L’implantologia dentale si occupa della sostituzione dei denti mancanti con un impianto realizzato in materiale biocompatibile, che andrà a integrarsi con l’osso mascellare o mandibolare. Dopo aver parlato dell’implantologia dentale e dei rischi, vogliamo sottolinearne i benefici. Il maggiore vantaggio è che nell’arco di sei mesi, se l’intervento va a buon fine, si avrà un dente nuovo con un notevole miglioramento della masticazione e dell’estetica del sorriso. Tutto questo ha molti aspetti positivi sul benessere della persona.

 

L’impianto dentale fa male?

Oltre a quella sui rischi, un’altra domanda ricorrente è: l’impianto dentale fa male? È chiaro che, come tutti gli interventi chirurgici, l’implantologia sottopone il fisico a uno stress. È anche vero che ogni corpo reagisce a suo modo e quindi è difficile prevedere quanto dolore si proverà durante l’operazione o nel post operatorio. Come per l’implantologia e i rischi, è tutto molto soggettivo. Oggi, comunque, le tecniche avanzate permettono di limitare quasi totalmente il dolore.

 

Impianti dentali e controindicazioni

Rimane un ultimo tema da affrontare che riguarda gli impianti dentali: le controindicazioni. Quelle maggiori, sono legate a patologie precedenti all’operazione, come problemi cardiocircolatori, la presenza di un tumore, problemi alle ossa come l’osteoporosi, malattie immunologiche, disturbi mentali, diabete. In questi casi, è bene valutare con il proprio dentista come affrontare l’implantologia dentale e i rischi, che possono essere evitati ricorrendo a tecniche mini invasive.