Il piercing al dente è diventato un accessorio alla moda, un piccolo gioiello usato per abbellire il proprio sorriso e renderlo particolare, ma che può danneggiare irreversibilmente i denti quando realizzato da persone non competenti.

Brillantino nel dente e piercing: le differenze

L’espressione piercing al dente può essere fuorviante. Il più delle volte, infatti, indica uno zircone, uno strass o un cristallo applicati sulla superficie di un dente con una pasta adesiva. Pertanto, in questo caso, non ci sarebbero differenze tra brillantino nel dente e piercing utilizzato in tale accezione e nel presente contesto. In alcuni casi, gli afìcionados della body modification, sono però arrivati alla realizzazione di un vero e proprio foro per l’applicazione del piercing dentale. In questi casi, il rischio di danneggiare la radice del dente procurandone la morte, è concreto.

Piercing dentale

Il piercing al dente temporaneo è un accessorio trendy che rende più particolare e caratteristico un sorriso. Negli ultimi anni, seguendo l’esempio di vip e celebrities, sono aumentate le persone comuni che richiedono questo vezzo estetico. Ma in che cosa consiste? Di solito per l’applicazione di un piercing dentale, che può essere in diverse forme, materiali e colori, vengono scelti gli incisivi laterali superiori. Una volta pulita la superficie del dente, quest’ultimo viene isolato con una diga di gomma. Cristalli, strass e zirconi sono incollati con un composto fluido adesivo che ne garantisce durata e stabilità. Se il procedimento è eseguito a regola d’arte, può durare anche alcuni anni.

Il diamante sul dente, quali rischi per lo smalto?

Vorresti mettere un piercing al dente, ma hai paura che possa rovinare lo smalto? Se la procedura è realizzata da un professionista, non c’è questo rischio. Diverso è il caso in cui tu voglia farti incastonare un diamante sul dente. È un intervento più invasivo e meno conservativo della semplice applicazione adesiva di un brillantino sulla superficie di un incisivo. Ricordati che rimuovere il gioiello in un secondo momento sarà più complicato. In questo caso, il dente su cui viene incastonato resta bucato. Il dentista può procede a un’otturazione, apponendo delle faccette in ceramica. È bene sentire preliminarmente un esperto per comprendere tutti i risvolti di un simile intervento estetico.