Curare l’igiene orale nei bambini è molto importante. Infatti, per ridurre il rischio che il bambino sviluppi patologie dentali, è importante concentrarsi sulla prevenzione fin da piccoli, anche per instaurare abitudini virtuose che verranno poi mantenute per tutto l’arco della vita. Il suggerimento è di iniziare a prendersi cura dell’igiene orale a partire dalla comparsa del primo dentino, utilizzando una garza di cotone imbevuta d’acqua da passare sui denti, sulle gengive e sulla lingua.

Come si lavano i denti?

In molti si chiedono come si lavano i denti ai bambini. Come già detto, nei primi dodici mesi, basterà utilizzare una garza in cotone imbevuta d’acqua da passare sui denti, sulle gengive e sulla lingua, facendo attenzione a eliminare i residui del latte dalla bocca del bebè. Non si deve credere, infatti, che la cura dell’igiene orale nei bambini non vada fatta in quanto i denti da latte cadranno. Dopo il primo anno, si può passare a uno spazzolino a setole morbide.

Insegnare l’igiene orale ai bambini

Per insegnare l’igiene orale ai bambini, è consigliato utilizzare spazzolini di dimensione adatta alla loro bocca, preferibilmente colorato e magari con disegnato uno dei loro personaggi preferiti. E’ importante non trasformare il lavarsi i denti in un obbligo, ma in un gioco. L’igiene orale nei bambini deve essere divertente, avvicinandoli piano piano, cercando di renderli sempre più indipendenti, ma cominciando con il farci vedere e osservare mentre laviamo i denti noi stessi.

Quando lavare i denti ai bambini?

Quando lavare i denti ai bambini? Come per gli adulti, è raccomandato lavare i denti dopo ogni pasto e non, come spesso si pensa, solo prima di andare a letto. Curare l’igiene orale nei bambini è fondamentale per fare apprendere tutte quelle corrette abitudini che poi verranno mantenute anche nell’età adulta. Il momento in cui si lavano i denti può diventare un appuntamento in cui genitori e figli si trovano insieme davanti allo specchio, collegando alla situazione ritualità e divertimento.