Le faccette dentali sono delle protesi dentali fisse realizzate in porcellana, ceramica o composito, che vengono applicate sui denti spezzati o che presentano inestetismi. Nello specifico, vengono utilizzate per nascondere imperfezioni, ma anche per coprire lo spazio eccessivo tra due denti. È questo il loro grande pro: migliorare l’estetica del sorriso in pochissimo tempo, senza richiedere operazioni complesse, e in modo invisibile. I contro di questo tipo di intervento riguardano in modo particolare i costi – spesso elevati – e l’invasività dovuta alla limatura dei denti.

Avere dei denti perfetti

Le faccette dentali possono regalare, in pochissimo tempo e senza dolore, dei denti perfetti. Le faccette possono essere in porcellana, ceramica o composito. I primi due materiali garantiscono un colore più simile al naturale e una più lunga durata. Il vantaggio del composito, tuttavia, è che permette di abbassare i costi totali. Prima di una scelta, comunque, è bene confrontarsi con un odontoiatra e comprendere bene i vantaggi e gli svantaggi di ogni scelta.

Perché rifarsi i denti?

Oggi, per rifarsi i denti e migliorare drasticamente il proprio sorriso, non è necessario ricorrere a un intervento di implantologia quasi totale. L’implantologia garantisce un ottimo risultato, duraturo e persistente. I contro però sono che è un’operazione complessa, richiede molto tempo per essere completata e per abituarsi alla nuova dentizione. Per un sorriso nuovo in breve tempo, ci si può affidare alle faccette dentali.

Faccette dentali, le opinioni

Per chi le ha provate, sulle faccette dentali ha opinioni positive. Le faccette migliorano sensibilmente l’estetica del sorriso, risolvendo in brevissimo tempo anche gravi inestetismi come il grande spazio tra due denti o un incisivo spezzato. Le faccette dentali non richiedono operazioni complesse e non implicano dolore per l’applicazione. Per maggiori informazioni sui rischi, sui vantaggi e sui costi, è bene rivolgersi al proprio odontoiatra.