La dentizione nei neonati è una tappa importante della loro crescita, spesso soggetta a diversi fastidi. Tra i sei e gli otto mesi spuntano i denti da latte, detti decidui. I denti decidui sono venti, dieci per arcata. Concomitante alla loro comparsa, le gengive si gonfiano, provocando numerosi fastidi e portando il bambino a mordicchiare e a succhiare tutti gli oggetti con cui viene a contatto. La salivazione aumenta ed è normale anche la presenza di una leggera febbre.

Denti nel neonato

I denti nel neonato generano un malessere generale, accompagnato da irritabilità, calo dell’appetito, disturbi del sonno. Non ci si deve preoccupare se compare una leggera febbre, anche questo sintomo è considerato normale. La dentizione nei neonati è un fenomeno che coinvolge tutto il corpo. Per alleviare i disagi, è possibile rivolgersi a rimedi naturali, come ghiaccioli o gelato per sgonfiare le gengive, massaggiare le stesse con un balsamo calmante, dare al bambino oggetti morbidi specifici da mordere.

Il primo dentino

Il primo dentino compare tra i quattro e gli otto mesi di vita del bambino. Solitamente si tratta di uno degli incisivi centrali inferiori, seguito in poco tempo dall’altro. Questo momento è accompagnato da alcuni sintomi passeggeri e da malessere generale. Non è necessario recarsi da un dentista per controllare la dentizione nei neonati. La prima visita dall’odontoiatra è consigliata intorno ai sei anni, quando i denti decidui sono comparsi in modo completo e si possono verificare eventuali problematiche.

Mal di denti nei bambini

Il mal di denti nei bambini, quando non associato a una carie, è una conseguenza della dentizione. Le gengive si gonfiano e compare nel bambino un senso di malessere generale e di irritazione nei punti dove i denti stanno nascendo. Una visita da un odontoiatra durante la dentizione nei neonati è suggerita solo nel caso il dolore sia persistente per diverse settimane.