La prima fase della permuta dei denti

La dentatura dell’essere umano attraversa diverse fasi, nel corso dell’infanzia: la prima è quella dei denti decidui (o da latte), che dura dai sei mesi ai sei anni. Subito dopo è tempo della dentizione mista, dai sei ai dodici anni, età che segna generalmente l’inizio della fase di dentizione permanente. Nel periodo della dentizione mista si verificano dei momenti molto delicati per il corretto sviluppo della dentatura. La prima fase della permuta dei denti si riscontra tra i sei e gli otto anni ed è il passaggio dalla dentatura decidua a quella mista vera e propria. Durante questo periodo avviene una graduale esfoliazione degli incisivi decidui. Inoltre, contemporaneamente, vi è l’eruzione degli incisivi centrali, di quelli laterali e dei primi molari.

Dentizione tardiva, quali sono le cause

I primi denti da latte dovrebbero spuntare intorno ai sei mesi, ma non è sempre così. Della dentizione tardiva si occupa la pedodonzia, che viene incontro a tutti i genitori preoccupati perché i dentini tardano a crescere. Generalmente non ci si deve allarmare se l’eruzione dei denti non avviene entro l’anno di età: superato questo momento, è bene rivolgersi ad un esperto. Le cause della dentizione tardiva possono essere diverse, dalla prematurità, all’ereditarietà, alle malattie dell’alimentazione. Altri fattori scatenanti sono la mal posizione dei denti in via di crescita, lo spazio insufficiente o la deformazione della radice del dente.

Dentizione permanente, a che età?

La dentizione permanente inizia intorno al sesto anno di età e si completa quando si compiono vent’anni. Tra i sei ed i dodici anni vi è la cosiddetta dentizione mista, che si caratterizza per la presenza contemporanea di denti da latte in permuta e denti permanenti in erudizione. La dentizione permanente presenta 32 denti, otto elementi per ogni metà arcata. Nello specifico essi sono due incisivi, un canino, due premolari e tre molari. L’ultimo molare, chiamato anche dente del giudizio, può essere l’ultimo a svilupparsi o può non raggiungere la completa eruzione.