I dentini gialli nei bambini sono una patologia più diffusa di quanto si possa pensare. Per prevenirli, la cosa migliore sarebbe portare il bambino da un dentista fin dall’età pediatrica, anche per abituarlo allo studio odontoiatrico e a fargli superare eventuali paure. La prima cosa da tenere in considerazione è che i denti gialli interessano nei bambini i denti da latte, che verranno sostituiti da quelli permanenti. Bisogna poi verificare che l’ingiallimento dei denti non sia associato a carie, danneggiamento dello smalto o infezioni.

Quali sono le cause dei dentini gialli nei bambini?

I denti gialli nei bambini possono avere numerose cause. Sono un fenomeno abbastanza frequente ed è di solito facilmente risolvibile. La causa più probabile è una scorretta igiene orale. Per i bambini, infatti, è difficile lavarsi i denti, anche perché non ancora totalmente autonomi e perché i genitori non sempre riescono a convincere il piccolo a farseli lavare. Un’altra causa dei dentini gialli nei bambini, anche se più rara, può essere l’eccesso di fluoro o una terapia antibiotica contenente tetracicline.

Denti permanenti gialli nei bambini: cosa fare?

Per evitare i denti permanenti gialli nei bambini è importante la prevenzione, che deve iniziare fin durante la gravidanza. Infatti è importante che la neo mamma assuma vitamine C e D e acido folico che rafforzano i denti, tramite frutta, verdura o integratori. I dentini gialli nei bambini possono anche essere dovuti alla sottigliezza dello smalto. Per questo è importante dare il giusto apporto di calcio tramite il latte e suoi derivati.

Dentini gialli bambini: i rimedi

Per i dentini gialli nei bambini i rimedi sono diversi. L’odontoiatra infatti potrebbe decidere, a seconda della gravità della situazione, di procedere con blandi sbiancanti, come ad esempio lavaggi con il bicarbonato. Solitamente, non è necessario intervenire con operazioni più invasive in quanto il problema tenderà a passare da sé con l’avvicinarsi dell’età adulta. È bene ricordare che i dentini gialli nei bambini non sono una patologia grave e non ci si deve preoccupare.