È uno strumento molto efficace per prevenire carie e altre patologie dentali, ma in realtà non sono in molti a sapere come si usa il filo interdentale correttamente. Dedicare la massima attenzione all’igiene orale è fondamentale sia per sfoggiare un bel sorriso, sia per prevenire numerose patologie che possono colpire la bocca. Oltre allo spazzolino, da utilizzare tre volte al giorno e comunque dopo i pasti, e al collutorio, per eliminare i batteri che possono prolificare e causare le carie, il filo interdentale ricopre un ruolo molto importante.

Come usare il filo interdentale

Ma ecco, dunque: come usare il filo interdentale? innanzitutto, il filo interdentale può essere utilizzato anche una sola volta al giorno per garantire comunque un risultato ottimale. Ma la frequenza non è sufficiente, è importante capire come si usa il filo interdentale. La prima cosa da fare è tagliare un segmento di una trentina di centimetri circa, servendosi della lima presente nel contenitore. A questo punto, arrotolare entrambe le estremità attorno al dito medio, tendendo il filo teso con il pollice e l’indice, e poi passarlo nella fessura interdentale.

Il filo interdentale fa male?

Uno dei motivi per il quale molte persone rinuncialo al suo utilizzo, è la convinzione che il filo interdentale fa male. Non è propriamente una leggenda metropolitana, bensì c’è del vero. infatti, se non utilizzato in maniera corretta, il filo può danneggiare le gengive. Abbiamo spiegato come usare il filo interdentale, va aggiunto che la pressione nello spazio interdentale deve essere delicata, proprio per evitare che invece di rimuovere la placca, ferisca la gengiva.

Scovolino interdentale: cos’è?

Lo scovolino interdentale è uno strumento utilizzato per rimuovere la placca e i frammenti di cibo che si depositano nello spazio tra dente e dente. Non è da considerarsi un’alternativa allo spazzolino, ma complementare ad esso. infatti, andrebbe utilizzato prima dello spazzolamento. Lo scovolino fa fatto scorrere nelle fessure, per eliminare placca e residui di cibo. Dato che in pochi sanno come usare il filo interdentale, lo scovolino, essendo più semplice, è una valida alternativa.