La cisti gengivale è chiamata anche ciste odontogena ed è una patologia che si sviluppa per diverse cause legate a carie profonde, pulpiti o traumi. È molto simile al granuloma ed è quindi importante che ci sia un parere medico per distinguere a quale delle due patologie si riferisce e procedere quindi alla cura corretta per la risoluzione del problema. La cisti contiene fluido sieroso o mucoso, come ad esempio del pus.

Quali sono i sintomi della cisti gengivale

La cisti gengivale ha sintomi evidenti. I più riconoscibili sono il mal di denti, la tumefazione di una sezione ossea mandibolare o mascellare, il gonfiore gengivale, il rigonfiamento del labbro, l’alitosi costante e anche la mobilità dentale. In tutti questi casi, è bene far controllare la cisti gengivale a un dentista di fiducia. Oltre ai sintomi, è bene prestare attenzione alle cause, per evitare una recidiva. Ci penserà sempre il vostro dentista a illustrarvi come prevenirne l’insorgenza.

Quando è necessaria l’asportazione della cisti gengivale

L’asportazione di cisti gengivale non è sempre indicata. Il trattamento infatti deve essere sempre valutato da un dentista sulla base della gravità della situazione e del contenuto della ciste. In alcuni casi è sufficiente il drenaggio, in altri è consigliata l’apicectomia, fino ad arrivare, nelle situazioni peggiori, all’asportazione del dente. La cisti gengivale può essere causata da inclusione dentaria, interventi di devitalizzazione o di estrazione dentale non perfettamente riusciti, complicanze di un granuloma dentale.

Gli altri tipi di cisti della bocca

Le cisti della bocca possono essere catalogate in tre tipologie differenti: le cisti dentarie radicolari, le cisti follicolari e le cisti paradentarie, a seconda della posizione di insorgenza della patologia. La ciste dentaria radicolare è originata da un granuloma e sorge dove un dente ha polpa dentaria necrotica e canale radicolare infettato. La ciste follicolare si forma attorno alla corona. L’ultima cisti gengivale è la ciste paradentaria, che insorge lateralmente alla radice del dente.